XENSITY

SISTEMA ANTINTRUSIONE POINT ID PER INTERNI

 DI COSA SI TRATTA?  

XENSITY è un sistema di rivelazione delle intrusioni che impiega sensori sismici capaci di percepire – a seconda del modello – i tentativi di apertura, scasso, taglio, perforazione o sfondamento della struttura protetta. 

 DOVE SI IMPIEGA? 

I sensori si applicano a infissi, vetrate, inferriate e muri. Per ciascun tipo di struttura è disponibile un rivelatore specializzato. 
Il sistema impiega le stesse tecnologie e la stessa qualità costruttiva dei sistemi perimetrali esterni dedicati alle infrastrutture critiche. Tale caratteristica rende XENSITY adatto a tutti gli ambiti d’impiego, inclusi quelli ad alto rischio come residenze VIP, banche e grossi centri commerciali.

 COME FUNZIONA? 

Il sistema impiega speciali sensori d’impatto piezoelettrici che percepiscono gli urti e le vibrazioni a cui è sottoposta la struttura protetta in seguito a un tentativo di intrusione. I sensori per infissi sono anche disponibili in una versione dotata di contatto magnetico antimascheramento per la rilevazione dell’apertura del serramento.

 IN COSA CONSISTE? 

Attualmente XENSITY comprende due tipi di rivelatore: XS-DOOR, per la protezione degli infissi da scasso, sfondamento e apertura, e XS-GRID, per la protezione delle inferriate da taglio, sfondamento e tentativi di rottura. La protezione di superfici vetrate e muri è invece affidata a moduli di rivelazione puntuali costituiti da un sensore SERIE A03 o SERIE A3PRO e da una scheda di interfaccia XS-PU. Quest’ultima contiene un’unità di analisi digitale, e può essere impiegata per integrare in XENSITY anche dispositivi di terze parti, come i classici contatti magnetici. 

I rivelatori comunicano con schede elettroniche di controllo, le XS-CTRL, la più potente delle quali gestisce fino a 64 sensori su due bus di comunicazione (32 sensori per bus). Tali schede permettono di configurare e monitorare in modo semplice e centralizzato anche gli impianti più grandi e complessi: da un PC collegato in locale o da remoto (anche via rete IP) si possono tarare e programmare sensori e interfacce, visualizzarne lo stato e monitorarne i parametri operativi.

 IL MASSIMO PUNTO DI FORZA? 

Il suo carattere altamente professionale. Nessun altro perimetrale interno vanta tante tecnologie di fascia alta, quali la rivelazione del singolo punto in allarme (Point ID), le funzioni di autodiagnosi, l’antimanomissione termica magnetica dei sensori, la centralizzazione e la remotizzazione dei segnali di allarme via rete IP.

 PUNTI DI FORZA 

Intelligenza distribuita, rivelatori indirizzati.

I rivelatori contengono l’elettronica necessaria ad elaborare i segnali e comunicare attivamente con la scheda di controllo.

Funzione di autodiagnosi su ciascun sensore.

Segnala tempestivamente guasti o altre eventuali anomalie di funzionamento.
Lunghissima vita d'esercizio

Gestione semplificata.

Il sistema è semplice da gestire anche in caso di impianti grandi e complessi, come ad esempio quelli costituiti da molti punti di allarme dislocati su più piani o settori di un edificio.
Rivelazione tagli sporadici

Protezione di differenti tipi di struttura.

Un solo sistema di rivelazione protegge porte, finestre, grate di sicurezza, superfici vetrate e muri.
Flessibile

Integrazione con dispositivi di terze parti.

Il sistema può gestire le segnalazioni provenienti dalla maggior parte dei rivelatori di altre marche.

Gestione centralizzata da remoto.

Il sistema si può configurare e gestire in locale o via rete IP e può essere collegato al software di supervisione DEA MAP.
Analisi segnali

Analisi intelligente.

Le unità di analisi si avvalgono di sofisticati algoritmi con cui elaborano i segnali percepiti dai sensori e discriminano le differenti tecniche di attacco alla struttura protetta.
Made in Italy

Made in Italy

Tutti i rivelatori e le schede di analisi sono progettati, prodotti e assemblati interamente in Italia, nello stabilimento di DEA Security, con componenti e materiali di elevata qualità.

I SENSORI

PROTEZIONE PER INFISSI

Rivelatore XS DOOR

I rivelatori SN-XS-DRx proteggono gli infissi, come porte, finestre e lucernari, da azioni di scasso, sfondamento e apertura. La rivelazione dell’apertura è fornita dal modello dotato di magnete, il DRM, ed è abbinata a un sensore elettronico con funzione di antimascheramento magnetico che segnala i tentativi di eludere il rivelatore esponendolo a campi magnetici.

Omologato IMQ Grado di sicurezza 3Conforme a Grado di sicurezza 3 – Classe ambientale II secondo la norma EN 50131-2-6:2008 (certificazione IMQ CA12.01768).

PROTEZIONE PER INFERRIATE

Modulo-rivelatore XS-GRID

Il modulo di rivelazione MD-XS-GR protegge le inferriate e le grate metalliche di sicurezza da taglio, sfondamento e tentativi di rottura. Il modulo è costituto da un’unità di analisi per interno e da un sensore progettato per operare in ambiente esterno: il sensore dispone di un involucro rinforzato e di un cavo di collegamento protetto con guaina metallica flessibile.

PROTEZIONE PER VETRI

Modulo-rivelatore XS-PU + A03

Il modulo di rivelazione per vetri protegge le superfici vetrate di finestre e vetrine da azioni di rottura o di perforazione con carotatore diamantato. È costituito dal dispositivo di interfaccia XS-PU e da un sensore SERIE A03 o SERIE A03PRO specifico per i vetri . Di semplice e rapida applicazione, il modulo è compatibile con tutti i tipi di vetro, inclusi quelli temperati a singolo strato e quelli stratificati antisfondamento o antiproiettile.

PROTEZIONE PER MURI

Modulo-rivelatore XS-PU + A03AS

Il modulo di rivelazione per muri protegge le pareti in muratura e cemento armato da azioni di sfondamento o di perforazione con carotatore diamantato. È costituito dal dispositivo di interfaccia XS-PU e da un sensore SERIE A03 o SERIE A03PRO specifico per muri e pareti. Il sensore si applica sul lato interno della struttura da proteggere e vi si fissa tramite semplici tasselli a espansione.

LE SCHEDE ELETTRONICHE

SCHEDE DI CONTROLLO

Le schede elettroniche di controllo (dette anche “controller”) provvedono ad alimentare e verificare lo stato operativo di tutti i sensori e le schede di interfaccia ad essi collegati. Inoltre raccolgono e archiviano le segnalazioni di allarme provenienti da ciascun rivelatore, rendendole disponibili attraverso contatti a relè, rete proprietaria DEA NET o rete IP.
I controller, disponibili nelle versioni da 32 e 64 sensori/periferiche, sono corredati di un software di service (v. sotto) che permette di configurare e monitorare il sistema in modo centralizzato, anche da remoto, semplificando notevolmente lo start-up e la manutenzione degli impianti più complessi.

Schede di controllo per 32 e 64 sensori/periferiche

Scheda di controllo BR-XS-CTRL64

Omologato IMQ Grado di sicurezza 3In abbinamento ai rivelatori XS-DOOR dotati di contatto magnetico, le schede sono conformi a Grado di sicurezza 3 – Classe ambientale II secondo la norma EN 50131-2-6:2008 (certificazione IMQ CA12.01768).

SCHEDE DI ESPANSIONE A RELÈ

Le schede di espansione a relè estendono il numero di uscite di allarme presenti sulle schede di controllo, e permettono di assegnare tali uscite (contatti C/NC) a differenti segnalazioni di allarme, guasto e/o manomissione. Una singola scheda di espansione fornisce 16 uscite a relè supplementari, e ciascun controller può gestire – a seconda del modello – da 4 a 8 espansioni.
Tutti i relè supplementari sono programmabili attraverso il software di service che accompagna le schede di controllo.

Scheda di espansione a 16 relè per controller 32/64

Scheda di espansione BR-XS-RE16L

Scheda di espansione a 16 relè per controller 128

Scheda di espansione BR-XS-RE16

IL SOFTWARE

Il software di service fornito in dotazione con XENSITY permette di gestire il sistema da un PC portatile connesso in locale (porta USB o Ethernet) oppure da remoto via rete IP. Dal software è possibile:
  • acquisire in modo automatizzato tutti i sensori, i relè e le periferiche in campo;
  • tarare e programmare i sensori con pochi clic del mouse;
  • visualizzare la struttura del sistema sotto forma di albero fisico e logico o come griglia di sensori;
  • monitorare i parametri operativi del sistema, come valori di tensione, corrente e qualità della connessione dati;
  • conoscere lo stato degli ingressi e delle uscite a relè;
  • vedere le segnalazioni di allarme su un grafico 3D real-time;
  • verificare istantaneamente il corretto funzionamento di ciascun sensore o modulo di rivelazione;
  • consultare o scaricare lo storico (log) degli eventi di allarme.

SCHEMA DI UN IMPIANTO TIPO

Schema impianto tipo

HAI DOMANDE? CONTATTACI!

Via Bolano, snc
Santo Stefano di Magra
La Spezia - Italy

* campo obbligatorio

14 + 11 =

 English   |    Español

© 2019 DEA Security S.r.l. - Via Bolano, snc - 19037 Santo Stefano di Magra (SP) - Italy - Tel.: +39 0187 699233 - Fax: +39 0187 697615 - P. IVA, C.F. e R.I.: 00291080455 - N. REA SP-117344 - Capitale sociale: 106.000,00 € i.v.

© 2019 DEA Security S.r.l. - Via Bolano, snc - 19037 Santo Stefano di Magra (SP) - P. IVA, C.F. e R.I.: 00291080455 - N. REA SP-117344 - Cap. soc.: 106.000,00 € i.v.

© 2019 DEA Security S.r.l.
Via Bolano, snc - 19037 Santo Stefano di Magra (SP)
P. IVA, C.F. e R.I.: 00291080455 - N. REA SP-117344
Capitale sociale: 106.000,00 € i.v.